Servizio Civile: bando per 20mila volontari

Con il nuovo bando c’è tempo fino al 21 ottobre per candidarsi.

Il 20 settembre scorso è uscito il nuovo bando di servizio civile. A discapito delle cattive voci che circolavano riguardo un eventuale taglio ai fondi, il bando ha praticamente confermato i finanziamenti dello scorso anno, prevedendo i circa 20.000 posti (20.123 per l’esattezza) di servo civilista volontario tra Italia ed estero.

Le motivazioni di tale riconferma sono forse da cercare nell’unica modifica effettuata rispetto allo scorso anno: l’innalzamento del limite massimo d’età per partecipare: 28 anni e 264 giorni al momento della presentazione della domanda, un anno in più rispetto al precedente bando.

Questa modifica però, non ha solo conseguenze positive: il servizio civile, che una volta era l’opzione “altro” rispetto alla leva obbligatoria, è ora un programma di solidarietà, di impegno, di tolleranza e di difesa non armata della nazione; ma continua essere confusa invece, anche tra i volontari stessi, come una forma di lavoro, sicuramente atipica, di certo ammortizzatore sociale.

Non viene invece snaturato il suo valore nel caso dei progetti esteri. Questi rappresentano un numero molto limitato sul totale dei progetti presenti, prevedono infatti l’invio di 462 volontari. Si inseriscono all’interno di progetti di cooperazione allo sviluppo e per questo sono di aiuto, di servizio, per un periodo comunque determinato all’interno di un progetto già esistente.

I progetti all’estero sono l’occasione di poter vedere da vicino come funziona un progetto di cooperazione e di vivere un’esperienza unica in un contesto totalmente differente. Partendo comunque dal presupposto che non è un’esperienza né professionale né professionalizzante: chiunque (e questo è il senso di aprire il servizio civile a partire dai 18 anni) può partecipare, secondo la sua iniziativa e la sua voglia di mettersi in gioco, al progetto per cui decide di candidarsi. E’ una crescita personale prima di tutto. Chi cerca quindi nell’esperienza un motivo per migliorarsi professionalmente e un’organizzazione del lavoro gerarchica come in impresa, beh, ha sbagliato scelta.

Una nota va fatta poi a un progetto di difesa non armata e non violenta, progetto sperimentale che richiede 6 volontari e che avrà luogo in Albania il prossimo anno. Per maggiori informazioni http://www.serviziocivile.gov.it/News/SchedaNews.aspx?idNews=206792&Section=158.

A questo punto, basta ricordare che la scadenza per presentare la propria candidatura è il 21 ottobre, si può presentare domanda per un solo progetto e la selezione è curata dalla singola ONG responsabile per il progetto. Per altre informazioni, per conoscere i progetti e per vedere meglio condizioni economiche e contrattuali www.serviziocivile.it.

Per saperne di più sul servizio all’estero http://www.serviziocivile.gov.it/Contenuti/Default.aspx?PageID=42.

 

Ti potrebbero interessare anche:
avatar

About Edoardo Buonerba

Nato a Roma, laureato di specialistica il 28 maggio 2010 in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l'Università di Trieste, curriculum economico internazionale. Co-fondatore nel maggio 2006 del giornale Sconfinare. Attualmente in tirocinio presso la Delegazione Europea a Brasilia.