èStoria 2018: spazio ai giovani

Locandina di èStoria 2018: quest'anno il tema sarà Migrazioni. (credits: facebook)

–  di Ilenia Bertacche e Natalie Sclippa

Si è svolta il 2 maggio 2018 -presso la sede del Comune di Gorizia- la conferenza stampa della sezione giovani del festival internazionale èStoria. Quest’anno, alla XIV edizione della kermesse, il tema proposto è quello delle Migrazioni: venti associazioni presenteranno venticinque incontri, dal 17 al 20 maggio, e animeranno la città attraverso conferenze e workshop.

È da quattro anni che continua la collaborazione tra l’Amministrazione comunale e il Punto Giovani goriziano, perno del dialogo tra le istituzioni e, appunto, i giovani. Ragazzi che si sono impegnati, in prima fila, nell’organizzazione del programma, mettendosi in gioco e proponendo nuovi spunti di riflessione; tra le venti associazioni presenti, otto di queste sono direttamente collegate al polo universitario triestino della città. Gli eventi si svolgeranno sia di mattina che di pomeriggio, riservando spazio anche per alcune riflessioni serali.

Ieri mattina Adriano Ossola, ideatore dell’evento, ha ribadito l’importanza del coinvolgimento delle nuove generazioni, dal momento che -parlando di storia- normalmente “ci si aspetterebbe un pubblico di teste bianche“. Così anche Roberta Ceci, operatrice del Punto Giovani, si dice contenta del palinsesto di qualità, anche se il ricambio fisiologico universitario non permette una programmazione di lungo termine; ma i timori si sono ancora una volta dimostrati infondati visto l’overbooking presentatosi al tavolo delle associazioni e il supporto anche economico del Comune di Gorizia.

Presentazione della Tenda Giovani dell’edizione 2018 di èStoria. Nella foto sono presenti Adriano Ossola (primo a dx), l’Assessore Marilena Bernobich (terza da dx), Enrico Vinti (terzo da sx) e Roberta Ceci, operatrice Punto Giovani (seconda da sx).

L’assessore Marilena Bernobich, invece, in apertura della conferenza ha ricordato che la cornice del festival saranno i giardini pubblici di Corso Verdi e ha riconfermato alcuni tra gli appuntamenti tipici, come “Colazione con la Storia” e “Aperitivo con la Storia“, organizzati dalla nostra redazione. Quest’ultimo aprirà i lavori nella serata di giovedì 17 maggio alle 18.30, in sala Dora Bassi di via Garibaldi 7. Importante sarà anche la presenza del gruppo comunicazione, che redigerà laGazzetta di èStoria“.

Tra gli ospiti dell’edizione 2018 ci saranno volti nuovi e altri conosciuti, legati al territorio, come alcuni docenti dell’Università degli Studi di Trieste, tra cui la prof.ssa Giulia Caccamo, e i professori Costantino Filidoro, Diego Abenante, Pietro Neglie e Cesare La Mantia. Tra gli ospiti di spicco si ricorda Dario Fabbri, giornalista, consigliere scientifico e coordinatore America di Limes, esperto di America e Medio Oriente; sarà ancora una volta presente il coro Freevoices, che già nell’edizione precedente aveva riscosso grande successo.

Molti gli spunti lanciati dai giovani, che contribuiscono in modo attivo all’ideazione e alla conduzione del programma. In conclusione, il giorno 20 maggio sarà proiettato il trailer di Bastava un abbraccio, prodotto da Paolo Pisanelli. A seguire sarà consegnato un riconoscimento da parte dell’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Gorizia all’Istituto D’Annunzio-Fabiani della città per il conferimento del premio nazionale “Scrivere di Teatro” promosso dal Miur.

Cosa aspettarsi, quindi, da questa edizione di èStoria? Passione, volontà e ricerca: passione verso una collaborazione duratura e fruttuosa; volontà di continuare ad essere parte di un progetto coerente e che parli a tutti; ricerca verso temi scottanti d’attualità ma che in realtà abbracciano tutti i secoli. Guardare a ieri per capire l’oggi, attraverso la creazione di sinergie necessarie alla buona riuscita di un festival che si dimostra una vetrina nazionale e internazionale per questa città di confine, ma che proprio per la sua posizione unisce e divide.

About Redazione 478 Articles
Sconfinare è il periodico creato dagli Studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche dell'Università degli Studi di Trieste - Polo di Gorizia. La firma "Redazione" indica comunicati, notizie e pubblicazioni speciali curate da un amministratore o da più autori.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: