Il siddino Francesco Saltarin eletto nella Direzione nazionale di Forza Europa

Francesco Saltarin, studente del secondo anno del Corso di laurea magistrale in Diplomazia e Cooperazione internazionale della sede di Gorizia dell’Università di Trieste, è stato eletto nella Direzione nazionale del movimento Forza Europa, una delle tre componenti della coalizione +Europa con Emma Bonino, durante l’Assemblea nazionale svoltasi a Milano dal 21 al 22 aprile scorso.

Già candidato del partito europeista nelle liste del Friuli Venezia Giulia, è entrato nel movimento grazie a Piercamillo Falasca, che era alla ricerca di candidati under30 per la quota plurinominale. Convinto dalla sua esperienza maturata in ambito universitario, Falasca ha inserito Saltarin nel “listino”. Nonostante le scarse chances, data la posizione nella lista (era quarto), lo studente del SID si è impegnato al massimo sia per sfruttare questa opportunità di crescita, sia per il forte convincimento nel progetto di +Europa.

Alle elezioni politiche del 4 marzo, la neonata forza politica ha ottenuto il 2,57% (dato Camera): il movimento di Emma Bonino, che si ispira a quello di Emmanuel Macron En Marche !, non è riuscito, dunque, a raggiungere la soglia del 3% per accedere in Parlamento. Grazie, però, al sistema maggioritario dei collegi uninominali nella coalizione di centrosinistra, ha eletto Emma Bonino al Senato, Riccardo Magi (segretario dei Radicali Italiani) e Bruno Tabacci (leader di Centro Democratico) alla Camera. A loro si è aggiunto Alessandro Fusacchia della Circoscrizione Estero. I risultati del voto, non hanno demoralizzato l’impegno del neonato movimento europeista, anzi, e si è deciso che il progetto di +Europa continuerà. In questo momento, le tre anime della lista (Forza Europa, Radicali Italiani e Centro Democratico) stanno vivendo una fase di profonda discussione e confronto interni: “Ognuno ha una visione diversa di come proseguire ma la discussione porterà sicuramente ad un risultato positivo“, afferma Saltarin.

In questo senso, Forza Europa si è nettamente schierata a favore dell’apertura di +Europa come soggetto politico aperto e partecipato, comprendendo il grandissimo potenziale politico che un fronte liberaldemocratico può avere in Italia, l’unico Stato membro dell’Unione Europea a non avere un movimento di questo tipo. Forza Europa si è dunque dotata di una propria Direzione nazionale per iniziare a coordinare le proprie attività in modo da essere più incisiva nella discussione. Così, l’Assemblea degli iscritti del 21-22 aprile ha eletto, attraverso anche un sistema telematico certificato, un presidente, l’ex viceministro agli Esteri Benedetto Della Vedova, ed un segretario, Piercamillo Falasca, assieme ai vari componenti semplici della Direzione. Francesco Saltarin, candidato anche qui come under 30 in una lista di soli giovani capitanata di Vincenzio Giannico, è stato eletto nell’organo nazionale del movimento.

Il prossimo passo“, dice Saltarin, “sarà iniziare a costituire una rete territoriale efficace ed efficiente per non trascurare chi ci ha dato fiducia votandoci e continua a dimostrare interesse per il nostro progetto. Per me resta fondamentale essere attivi negli atenei per continuare ad essere incisivi proprio laddove siamo stati più premiati in termini di voti, ovvero nelle Università“.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: