Gusti di Frontiera 2018: cinque continenti e due ospiti d’eccezione

Locandina Gusti di Frontiera (credits: Area12)

Il mappamondo di Gusti di Frontiera è completo: la kermesse culinaria che si svolgerà a Gorizia da giovedì 27 a domenica 30 settembre ospiterà, infatti, sapori da tutti e cinque i continenti. 343 stand accoglieranno le quasi 700 000 persone attese. Una sfida non indifferente per il Comune, che nella conferenza stampa di presentazione di martedì 28 agosto ha ribadito più volte le cifre della manifestazione, specialmente quelle per la sicurezza, “fondamentali per gestire al meglio ogni tipo di sfida”, osserva il sindaco Rodolfo Ziberna.

La quindicesima edizione di Gusti di Frontiera sarà un’esplosione di golosità e leccornie, con protagonista lo street food; presenti quest’anno cinque nuovi Paesi: Australia, Nuova Zelanda, Camerun, Marocco e Siria. I 19 borghi allestiti nel centro goriziano daranno la possibilità di assaggiare prodotti tipici vicini e lontani, conditi con eventi collaterali come concerti e spettacoli. RadioPuntoZero si occuperà, invece, della musica: una soluzione, spiega l’assessore comunale ai Grandi Eventi Arianna Bellan, per rallegrare le strade cittadine e per contenere il rumore, così da recare ai residenti il minimo disturbo.

Anche quest’anno Piazza Sant’Antonio sarà adibita a Salotto del Gusto: tra gli ospiti prestigiosi sono stati presentati la madrina della manifestazione, Cristina Bowerman, e lo special guest Ernst Knam, nomi importanti della cucina che giungeranno a Gorizia per raccontare le loro storie di successo e per mostrare le loro abilità. La prima è una chef italiana molto famosa che ha conseguito una Stella Michelin ed è stata l’unica donna Chef Ambassador di Expo Milano 2015; nominata Primo Presidente dell’Associazione Nazionale Ambasciatore del Gusto, è l’ideatrice del progetto Romeo Chef&Baker. Knam, invece, conosciuto al grande pubblico per essere il “Re del Cioccolato”, è un amato e stimato pasticcere e personaggio televisivo. Nota è la sua partecipazione come giudice a Bake Off Italia e Junior Bake Off Italia, oltre ai suoi programmi Che diavolo di Pasticceria e Il Re del Cioccolato. L’allievo di Gualtiero Marchesi è stato l’unico pasticcere ad essere stato nominato Chef Ambassador a Expo Milano 2015.

Il comunicato stampa di presentazione di Gusti di Frontiera 2018. Da sinistra: Arianna Bellan assessore comunale ai Grandi Eventi, Sergio Emidio Bini assessore regionale alle Attività produttive, Rodolfo Ziberna sindaco di Gorizia e Robert Princic presidente del Consorzio Collio.(credits: Pierluigi Bumbaca, AREA12)

Sergio Emidio Bini, assessore regionale alle Attività produttive, ha sottolineato come Gusti di Frontiera si inserisca in un ciclo di grandi eventi che possono far conoscere il Friuli-Venezia Giulia e che stimolano anche il turismo, valorizzando il patrimonio culturale e agroalimentare. Inoltre, Gorizia non solo è una città di confine ma è una possibilità: la frontiera, oggi, è il mondo. Ha poi ribadito quanto sia importante la sicurezza e rimarcato che l’amministrazione regionale sta facendo tutto  il possibile per contribuire alla realizzazione di manifestazioni sicure. È necessario, quindi, “investire sul futuro della nostra Regione”, spiega l’assessore.

Alla conferenza stampa era presente e ha preso la parola anche  Robert Princic, presidente del Consorzio Collio, che si è occupato dell’organizzazione del Salotto del Gusto. L’amministrazione comunale ha anche garantito il numero minimo di servizi igienici, treni e navette speciali per permettere ai tanti visitatori di poter partecipare alla kermesse, promossa dal Comune di Gorizia con il contributo della Regione, della Camera di Commercio della Venezia Giulia e della Fondazione Carigo.

Il capoluogo isontino è pronto a diventare la culla del sapore: un viaggio culinario tra pietanze nuove e angoli del mondo, riuniti in un’unica città. Spazio anche ai giovani, protagonisti della locandina della quindicesima edizione. Sapori particolari animeranno la città per cinque giorni, proponendo al pubblico un’occasione da cogliere al volo anche per scoprire Gorizia stessa: il castello, infatti, rimarrà aperto e visitabile gratuitamente.

About Natalie Sclippa 10 Articles
Studentessa di Scienze Internazionali e Diplomatiche, sono appassionata di storia ma soprattutto di storie. Adoro leggere, specialmente in lingua originale. Mi interesso di teatro, seguo la stagione del Teatro Verdi di Gorizia.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: