Il cioccolato è il migliore amico dell’uomo: un po’ di dati

Cioccolato: il significato della parola varia da persona a persona; qualcuno ne propone una definizione scientifica, qualcuno passa subito a snocciolare le possibili ricette golose e qualcun altro tace e sbava. Per altri, invece, cioccolato è sinonimo di introiti. Infatti, le vendite di cioccolato sono vertiginosamente aumentate e non è prevista un’inversione di marcia almeno fino al 2020.

Secondo statista.com dal 1999 i consumi sono aumentati: da 5.8 siamo passati a 7.2 nel 2009, mentre per il 2020 è previsto un delizioso picco di 8.5. La Svizzera, seguita da Germania, Irlanda, UK, Norvegia, Svezia, Australia, USA e Francia sarebbe la più grande consumatrice di cioccolata; i dati non sono troppo dissimili da quelli del 1998 riportati su chococlub.com. Si prevede che nel 2020 saranno gli USA, seguiti dalla Russia, a conquistare il primato dei consumi di cioccolata. Greenreport.it, però, mostra preoccupazione al riguardo e in un articolo del 27 Dicembre 2013 scrive: “Secondo l’International Cocoa Organization (Icco) tra l’ottobre 2013 e l’ottobre 2014 il consumo di prodotti a base di cacao supererà l’offerta mondiale di circa 70.000 tonnellate, un deficit che durerà almeno fino al 2018. Una penuria di cacao che non si era mai più vista dopo il 1960”. In effetti, le 70.000 tonnellate sono state superate, come da previsioni, ma siamo davvero carenti di cioccolato?

Borsaitaliana.it riporta un aumento del 32% nei consumi di cioccolata in Italia tra il 2003 e il 2012 e in un recente articolo del 2015 ammette che la produzione è in crisi: sembra che il consumo mondiale di cioccolata sia aumentato di 96.ooo tonnellate, passando così a 4.052.000 tonnellate, ma la produzione mondiale di semi di cacao è diminuita. Euromonitor, però, rassicura: il cioccolato continuerà a essere il prodotto dolciario leader. I suoi derivati valgono 110 miliardi di dollari di giro di affari; 508,7 milioni di dollari sono la cifra che incassano gli M&M’s solamente. Secondo uno studio di Euromonitor, le Borse avranno lo stesso andamento del cioccolato; laddove il consumo del goloso cibo è in aumento, ci sarà anche un andamento positivo per la Borsa in generale e un miglioramento netto.

Non mancano, poi, le notizie più o meno veritiere sui benefici del cioccolato: meteoweb.it annuncia che “un etto di cioccolato al giorno protegge da ictus e infarto”, teoria che sarebbe supportata da uno studio; sullo stesso sito si parla della possibilità che una tazza di cioccolata al giorno riduca del 30% il rischio di attacco di cuore. Le meraviglie del cioccolato sono davvero così tante? Le voci sono tante, ma una cosa è certa… il cioccolato è il migliore amico dell’uomo.

About Giulia Mastrantoni 31 Articles
Nasco a Frosinone nel 1993. Decido presto che la musica è la mia strada e poi cambio idea. Al momento di iscrivermi all’università decido di voler studiare cinema e mi iscrivo a Lingue. Ma di una cosa sono certa: andare lontano da casa. Inizio da Udine, dove collaboro all'inserto Scuola del Messaggero Veneto e co-conduco il programma radiofonico #rockYOU. Laureata, vado in Inghilterra, dove lavoro in un museo, poi in Canada, dove studio per la laurea specialistica, e dopo a Berlino, dove scrivo full time per il Berlino Magazine. A brevissimo, andrò in Australia, per studiare comunicazione e giornalismo. Attualmente scrivo per Sconfinare, SugarPulp, Gli Scrittori della Porta Accanto e Berlino Magazine. Ho pubblicato i racconti "Misteri di una notte d'estate" per la Montag Edizioni e il romanzo in eBook "Veronica è mia" per la Panesi Edizioni. To be continued...

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: