L’alumnus risponde: Giancarlo Fonseca

Gli alumni rispondono, rubrica a cura di Eleonora Cecco

Lavorare in Goldman Sachs, parte 2

 Nome: Giancarlo Fonseca

Origini: Puglia, Grottaglie in provincia di Taranto

Attuale domicilio: Milano

Professione: Executive Director Asset Management presso Goldman Sachs

Come ci sei arrivato: dopo la laurea, ho lavorato per un anno e mezzo presso l’Istituto per il Commercio Estero (ICE) a Roma, fino al 2000, quando mi sono trasferito a Milano per frequentare un Master in Finance on Line and Net Banking. A seguito di cio’, ho lavorato per 5 anni nella direzione commerciale di Xelion Banca (oggi Fineco), appartenente al Gruppo Unicredito. Successivamente ho lavorato nel settore assicurativo vita in American International Group. Dal 2009 sono in Goldman Sachs, dove mi occupo di sviluppo della distribuzione retail dei fondi comuni di investimento.

Studiare al SID porta ad approfondire le differenze tra contesti geografici diversi – competenza utile in un settore globalizzato come quello della finanza: assolutamente vero. Conoscere differenti culture e avere la capacità di comunicare efficacemente, non solo con coloro che ci sono simili, ma specialmente con coloro che appartengono ad altre culture e’ segno di civiltà, nonché competenza cruciale se si vuole crescere professionalmente in aziende internazionali. In Goldman Sachs sono rappresentate la gran parte delle culture e nazionalità a livello globale e questo viene considerato un punto di forza e un vantaggio competitivo

Le competenze acquisite al SID che si sono rivelate preziose: quando ho frequentato SID, molti dei nostri docenti provenivano dal business, dai gruppi bancari nazionali, dalla Banca d’Italia, dalle organizzazioni internazionali, dalla diplomazia. Questo mi ha aiutato a comprendere meglio la realtà fuori dalle mura universitarie: il vantaggio competitivo di SID rispetto alle altre Università. Mi auguro che ciò valga ancora.

Un aspetto positivo e uno negativo del tuo lavoro: ci sono diversi aspetti positivi: lavoro in un’ azienda internazionale e globale, che non è solo il mio luogo di lavoro ma anche il luogo dove apprendo molte cose costantemente. E’ difficile individuare singoli aspetti positivi o negativi poiché non vedo la mia vita in azienda necessariamente legata a una dicotomia. Quello che ho imparato e’ che in ogni azienda ci sono cose che funzionano bene o molto bene; che è quello che si eredita il primo giorno che si entra in azienda. Poi c’e’ una attività costante di problem solving che e’ funzionale al miglioramento del servizio al cliente, alla crescita degli affari, all’incremento della competitività, e queste sono le cose che in qualche modo giustificano il fatto che si e’ entrati in azienda.

Quanto e’ importante fare il miglior interesse per il cliente: nel nostro campo e’ sempre più chiaro che non c’e’ altra possibilità per avere successo che fare il miglior interesse del cliente. In Goldman Sachs abbiamo adottato 14 principi che guidano il nostro business e il primo e’ “l’interesse del nostro cliente viene sempre per primo”. Questo significa proprio che se servi bene il tuo cliente il tuo personale successo seguirà di conseguenza.

Una sfida: viaggio molto per lavoro, quindi la mia sfida e’ trovare il tempo per studiare e tenermi aggiornato.

Il consiglio a chi desidera intraprendere la tua professione: e’ un lavoro molto impegnativo e duro: se si vuole avere successo bisogna amarlo.

Fuori dall’ufficio: il tempo libero lo dedico alla mia famiglia, ai miei amici e alla corsa, la mia passione!

Un giorno felice: sinceramente, ogni singolo giorno.

Un’aspirazione: professionalmente la mia aspirazione e’ migliorare sempre e conoscere sempre meglio il mio mercato. Personalmente invece e’ dedicare maggior tempo alle persone importanti della mia vita, quelle che amo.

Il prossimo viaggio: Parchi Nazionali negli Stati Uniti…ci provo!

Un episodio goriziano da ricordare: sicuramente quando abbiamo avuto come professore di Tecniche del Negoziato Giandomenico Picco, che, nelle vesti di Sottosegretario Generale delle Nazioni Unite, ha gestito la crisi degli ostaggi in Libano dal 1982 al 1992. Un grandissimo professore ed un mentore fantastico.

 — Per chi fosse interessato a un’esperienza in Goldman Sachs: la banca organizza stage estivi di 10 settimane per studenti al terzo, quarto e quinto anno. E’ il modo migliore per approcciarsi al mondo del lavoro. Maggiori informazioni su www.goldmansachs.com/careers/choose-your-path/our-programs/index.html —

About Redazione 375 Articles
Sconfinare è il periodico creato dagli Studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche dell'Università degli Studi di Trieste - Polo di Gorizia. La firma "Redazione" indica comunicati, notizie e pubblicazioni speciali curate da un amministratore o da più autori.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: