Mondovisioni 2019 – What is Democracy?

di Pietro Malesani e Natalie Sclippa

Lunedì 11 marzo alle 19:45 presso la Sala della Torre della Fondazione CariGo riparte Mondovisioni, la rassegna di documentari di Internazionale. Il primo appuntamento è con il docu-film “What is democracy?” di Astra Taylor, produzione canadese del 2018. A seguito della proiezione interverrà il Presidente dell’Accademia Europeista di Gorizia.

Ciascun governo istituisce leggi per il proprio utile; la democrazia fa leggi democratiche, la tirannide tiranniche e allo stesso modo gli altri governi. E una volta che hanno fatto le leggi, eccoli proclamare che il giusto per i governati si identifica con ciò che è invece il loro proprio utile, e chi se ne allontana lo puniscono come trasgressore sia della legge sia della giustizia. In ciò consiste, mio ottimo amico, quello che dico giusto, identico in tutte quante le poleis, l’utile del potere costituito. Ma, se non erro, questo potere detiene la forza. Così ne viene, per chi sappia ben ragionare, che in ogni caso il giusto è sempre identico all’utile del più forte.

(Platone, La Repubblica, libro I)

Che cos’è la democrazia? Addentrarsi nel significato profondo di questa parola assume una rilevanza straordinaria. Nel 2019, anche a causa di pesanti distorsioni storiche, ognuno la personalizza, svilendone il potere originario. Come riuscire, allora, a carpirne le sfaccettature moderne? Astra Taylor ci conduce in un viaggio spazio-temporale, che ripercorre le tappe principali di un percorso che contiene in sè molte contraddizioni. È difficile coniugare la democrazia intesa come “potere del popolo” con la concezione imperialistica, che attraverso l’esportazione di questo modello, voleva sottomettere e non emancipare.

Le interviste proposte dalla regista permettono di dipingere un quadro alquanto variopinto. Lo spettatore, che talvolta si rispecchia negli interventi, talvolta ne rimane perplesso, ha la possibilità di elaborare la propria idea di democrazia. Si passeggia nell’agorà, per arrivare alle proteste nelle piazze di Atene. Si ricordano i valori della costituzione americana, ma si sottolineano le disuguaglianze sociali che dividono la popolazione. Si osservano gli affreschi dell’ Allegoria ed effetti del buono e del cattivo governo del Lorenzetti che sanciscono il dominio politico della classe mercantile e dei loro valori, ma, al contempo, si mette in guardia dall’odierna democrazia finanziaria.

Locandina di “What is democracy?”, primo appuntamento goriziano di Mondovisioni 2019.

Il racconto personale e collettivo si fondono per permettere una visione complessiva di un’eterna emergenza: la distorsione della parola. La crisi politica ed economica che stiamo vivendo non fa altro che alimentare generalizzazioni e banalizzazioni, che non giovano alla ricerca di soluzioni complesse ma necessarie. Il diritto di voto diventa, quindi, il perno di una riflessione profonda, che ricuce il tessuto sociale e che provvede alla creazione di un sano dibattito interno alla comunità. La vera democrazia è difficile -o addirittura impossibile- da mettere in pratica, visto che la partecipazione diretta di tutta la popolazione non può essere applicata realmente.

La democrazia non era come un fiore di campo, che gli Ateniesi andavano a raccogliere per farne il proprio sistema politico. Non è neanche il caso di una forma ideale di democrazia: non la trovarono altrove. La inventarono, crearono un nuovo sistema politico, che avrebbe assicurato il loro benessere. Perchè bisogna assicurare il benessere del popolo, no? Noi ce ne dimentichiamo.

(What is democracy?, Astra Taylor, 2018)

About Redazione 431 Articles
Sconfinare è il periodico creato dagli Studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche dell'Università degli Studi di Trieste - Polo di Gorizia. La firma "Redazione" indica comunicati, notizie e pubblicazioni speciali curate da un amministratore o da più autori.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: