Persi & Perduti: M*A*S*H (1970)

PERSI & PERDUTI
rubrica sui film non distribuiti in Italia e pellicole dimenticate.

Persi e Perduti si fa ancor più grande, grazie al contributo di un altro membro della redazione di Sconfinare. Rispolverà per noi un film cult, forse dimenticato, sulla guerra in Corea.
(la stessa recensione è già apparsa su Sconfinare cartaceo qualche mese fa)

“M*A*S*H”

.

.

TITOLO: M*A*S*H

GENERE: Guerra
ANNO: 1970
SCENEGGIATURA: Robert Altman
REGIA: Richard Hooker – Laura Kerr, Ring Lardner Jr., Allen Rivkin.
ATTORI: Donald Sutherland Elliott Gould Robert Duvall
NAZIONE: USA
SCHEDA IMDB: http://www.imdb.it/title/tt0066026/
TRAILER: http://www.youtube.com/watch?v=nC_jf6FUh-U


.
.

 

Il miglior modo per combattere gli orrori della guerra è la follia.
Che sia il 1970 e non il 1950, che sia la Corea e non il Vietnam, poco importa: questa è la guerra come non l’avete mai vista. Senza armi ed eroici combattenti, ma piuttosto con un manipolo di medici irriverenti e sfrontati le cui principali occupazioni, tra un intervento e l’altro, sono le scappatelle con le infermiere e gli scherzi a superiori e sottoposti.
Prodotto nel 1970, in epoca di Vietnam e di contestazione, M.A.S.H. fu letto da molti in chiave di demistificazione del mito del soldato americano. Questa farsa politicamente scorretta ambientata in un ospedale da campo (MASH, infatti, è la sigla per Mobile Army Surgical Hospital) durante la Guerra di Corea è completamente popolata da personaggi cinici e meravigliosi. I tre chirurghi protagonisti intervengono e svolgono il loro compito sempre prontamente, ma nei momenti liberi non evitano di irritare i superiori, destreggiandosi sempre magistralmente tra i richiami e i provvedimenti disciplinari, amoreggiare con le attraenti infermiere, inscenare burle grottesche e organizzando una partita di rugby, vinta grazie ad iniezioni di tranquillanti praticate agli avversari.
Magistrali sono le gag legate al megafono che comunica ordini incomprensibili e che alla fine recita i titoli di coda.
Lo stile episodico della pellicola conferisce al film quell’aurea anarchica che lo contraddistingue, e riesce a dare vero spessore alle micro-scene: la trasferta in Giappone per operare il figlio ferito di un Congressman, la partita di golf, il falso suicidio e la messa alla berlina dell’infermiera Hot Lips, che nella versione italiana diventa Bollore.
Altman costruisce un piccolo capolavoro che cavalca lo spirito di rigetto di gran parte del pubblico statunitense per la guerra del Vietnam, mescolando un’ambientazione passata con abiti e costumi in uso nel ’70. Il film stesso ottiene uno strepitoso successo, ma scatena polemiche e roventi critiche per il suo contenuto antimilitarista e antipatriottico, tanto che per anni fu messo all’indice tra i film proiettati all’interno delle basi militari statunitensi.
Vincitore della Palma d’oro del festival di Cannes del 1970 e Oscar per la sceneggiatura ha dato vita ad una serie televisiva altrettanto fortunata. Diventato un cult, ancora oggi riesce a farsi apprezzare per la sintassi e lo stile liberissimi, ma, soprattutto, per l’attualità e la comica schiettezza con cui sono presentati i contenuti. Consigliato vivamente.


Persi & Perduti – Lista Completa:
COLD SOULS
THE HUMAN CENTIPEDE
REWERS
DEAD SNOW
NOVIEMBRE
CONFESSIONS
BEERFEST
SLOVENKA
NORWEGIAN NINJA
FIRST ORBIT
THE YES MEN FIX THE WORLD
WELCOME TO SHAMATOWN
RAKENROL
UNDERWATER LOVE
AFTERSHOCK
HOBO WITH A SHOTGUN
SCUSA AMORE
SUPER
TOO BIG TO FAIL
INSIDE JOB

Persi & Perduti – Altri Autori:
*Stefano Facchinetti:
THE DRUNKARD
*Francesco Plazzotta:
M*A*S*H
SUPERVIXENS


Licenza Creative Commons

About Francesco Plazzotta 18 Articles
Di nobili natali, nasce a Pordenone il 20 aprile 1988. Dal 2007 è studente al SID di Gorizia e dal 2008 partecipa al progetto "Sconfinare".

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: