Persi & Perduti: SEASIDE MOTEL (2010)

Persi e Perduti

«SEASIDE MOTEL»

TITOLO: Seaside Motel
GENERE: Dark commedy
ANNO: 2010
SCENEGGIATURA: Kentaro Moriya, tratto dal manga di Yukio Okada
REGIA: Kentaro Moriya
ATTORI: Toma Ikuta Kumiko Aso Takayuki Yamada
NAZIONE: Giappone
SCHEDA IMDB: http://www.imdb.com/title/tt1669801/
TRAILER: http://www.youtube.com/watch?v=xdEXB55iSXw
IL MIO VOTO: 7/10

 

4 stanze di motel, come in Four Rooms di Tarantino-Rodriguez &Co. Montaggio scalmanato, come in Snatch di Guy Ritchie. Personaggi bizzarri, colorati e fuori dalle righe. Non per niente è tratto da un manga (di Yukio Okada). Ecco, quella che si presenta (a detta del stesso regista Kentaro Moriya) come la nuova scena pulp filo-tarantiniana giapponese, che abbraccia soprattutto il lato ironico del modello.

La storia infatti salta tra una stanza e l’altra di un motel sperduto in mezzo alle montagne. Gli ospiti sono tanto vari quanto assurdi: un triste ragazzo, Masayuki (Toma Ikuta), che si innamora di una prostituta, Candy (Kumiko Aso), conosciuta per sbaglio; una coppia costretta a inventarsi travestimenti e scenette hard per eccitarsi – senza ottenere grossi risultati; un malvivente  (Takayuki Yamada) costretto a fuggire dalla Yakuza, a cui deve un sacco di soldi e infine, un arrappato che cerca di portarsi a letto una giovane e carina cameriera. Ma è proprio il motel a fare da protagonista, con la sua complicità nella lunga serie di sfortunati eventi che si susseguono nella notte. Torture, cuori infranti, amori non ricambiati, fallimentari scopate, scommesse e dialoghi fuori di testa. Il film, presentato dal regista e dal cast per la prima volta in Europa durante lo scorso Far East Festival di Udine, scorre con piacere, divertendo e sorprendendo. Scoppiettante, paradossale e bizzarro.

Se poi vogliamo anche una morale, non bisogna sforzarsi troppo per leggerla in mezzo alla spassosa confusione della pellicola. Il messaggio profondo potrebbe essere questo: tutti vorremo avere una vita da “hotel in riva al mare” ma ci ritroviamo quasi sempre in una triste vita imperfetta ambientata in mezzo al nulla, senza colonna sonora, senza le dolci coccole delle acque e la compagnia della donna ideale. Di poetico c’è solo l’insegna, o il nome.  “Seaside Motel”, ad esempio. Che aggiungiamo noi, del tutto arbitrariamente.

» Qui la lista completa degli articoli di Persi & Perduti

About Nicolas Lozito 79 Articles
Laureato in Scienze Internazionali Diplomatiche. Scrivo per Sconfinare dal 2010. Per un anno ho scritto di cinema sconosciuto con la rubrica Persi e Perduti, adesso ho preso una pausa di riflessione. Così ora parlo di università, Gorizia ma soprattutto America, anzi iMerica.

1 Comment on Persi & Perduti: SEASIDE MOTEL (2010)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: