Sconfinando – San Marino: una gita fuori porta tra borghi e cucina tipica

credits: wikipedia

La Repubblica di San Marino è uno dei borghi medievali più incantevoli ed affascinanti da visitare in questo periodo, ottima meta per trascorrere un weekend lontano da casa e per godersi l’aria e il sole primaverile. Sebbene non sia molto grande, offre molte attività culturali perché è ricco di luoghi d’arte; è il luogo perfetto non sono per gli amanti della cultura ma anche per i buongustai dato che tra le sue vie e i suoi borghi si nascondono piccoli ristoranti tipici che offrono la gastronomia tipica del luogo.

Il centro storico di questa città-stato e il monte Titano su cui essa si erge sono stati inseriti nel 2008 dall’Unesco tra i patrimoni dell’umanità per la loro bellezza e la loro ricchezza culturale. Uno dei motivi per cui è conosciuto San Marino è per le sue famose tre torri, costruite per la difesa del borgo e tutt’ora luoghi simboli della Repubblica. La prima torre è la più antica e la più alta fra le tre,  settanta anni fa venne restaurata e aperta ai visitatori; il panorama che si può vedere dalla cima è straordinario. La seconda torre chiamata “Cesta” ha una particolare forma pentagonale ed al suo interno ospita il Museo sammarinese delle armi; “Il Montale” è la terza torre ed è la più piccola delle tre, dentro è presente una prigione profonda otto metri e chiamata “Fondo della torre”, purtroppo questo è l’unico torrione non aperto al pubblico.

credits: flickr

Oltre al precedente già citato Museo sammarianese delle armi, contenente migliaia di oggetti di stampo medievale, San Marino ne ospita, nonostante le sue piccole dimensioni, molti altri. Merita infatti visitare il Museo Pinacoteca di San Francesco, si trova affianco ad una chiesetta e adiacente al convento dei frati francescani; fu inaugurato alla fine degli anni sessanta e all’interno si possono ritrovare molte opere del seicento appartenenti ad artisti come Gerolamo Marchesi da Cotignola, Nicolò Liberatore e Guercino. È degno di una visita anche il Museo di Stato, che con i suoi cinque mila pezzi propone una vasta raccolta di oggetti, dipinti, opere d’arte appartenenti a diversi periodo storici, dal Neolitico all’Alto medioevo. Chi è incuriosito dalla storia di questa città deve assolutamente recarsi al Museo dell’Emigrante: le sue sale sono ospitate all’interno del Monastero di Santa Chiara. È stato realizzato con lo scopo di mantenere viva la memoria degli emigranti di San Marino e per costruire un filo conduttore tra loro e gli attuali cittadini della Repubblica, testimoniando le loro tradizioni e le varie vicende migratorie che gli emigranti sammarinesi hanno vissuto.

La Basilica di San Marino è l’architettura religiosa più grande della Repubblica ed è dedicata allo Stato ed al patrono della città; oltre alla sua bellezza architettonica è importante perché contiene le reliquie del santo San Marino. Un ulteriore luogo religioso da visitare è la Chiesa e il Convento di San Francesco, costruiti nel quattrocento sono considerati i santuari e i luoghi di culto più antichi della città; fortunatamente con gli ultimi restauri si è riusciti a portare alla luce un rosone di rilevante importanza a bellezza. Un altro posto simbolo della storia sammarinese è il Palazzo Pubblico, sede amministrativa della Repubblica sulle cui facciate sono raffigurati i numerosi stemmi della Repubblica e dei suoi borghi.

credits: wikipedia

San Marino non è solo cultura e arte ma è anche gastronomia. Situato nell’appennino tosco-romagnolo è stato molto influenzato dalle cucine tipiche delle regioni Emilia Romagna e Marche e proprio per questo motivo uno dei piatti tipici della Repubblica di San marino è la famosa e gustosa piadina. All’interno della cucina sammarinese troviamo anche gli “strozapret”, un tipo di pasta dalla forma particolare che può essere conditi con dei sughi a base di carne o del semplice formaggio. Per gli amanti dei dolci c’è la Pagnotta, un lievitato farcito con l’uvetta e il Bustrengo, realizzato sia nella variante dolce che in quella salata.

credits: flickr

Questo piccolo stato può essere la meta perfetta per i turisti che vogliono godersi l’atmosfera di un borgo medievale, arricchendo il proprio bagaglio culturale visitando vari luoghi d’arte e gustandosi la cucina tipica locale in uno dei bellissimi e suggestivi ristoranti, magari sorseggiando anche un bel bicchiere di vino in buona compagnia.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: