#ScortaMediatica per Giulio Regeni, Sconfinare tra i ragazzi del Governo dei Giovani di Fiumicello

Il 14 dicembre 2017, per l’appuntamento con la #ScortaMediatica per Giulio Regeni, organizzata da Amnesty International assieme alla Federazione della Stampa italiana (FNSI), Usigrai e Articolo 21, Sconfinare torna a Fiumicello per intervistare il Governo dei Giovani, il Consiglio comunale dei ragazzi di cui Giulio Regeni è stato Sindaco e consigliere. I ragazzi, anche nella videointervista che trovate sulla nostra pagina Facebook, hanno espresso tutta la loro volontà di esprimere che cos’è il Governo dei Giovani, come funziona e l’esempio che Giulio Regeni rappresenta per tutti loro, nonostante un po’ di emozione per la telecamera.

Chi scrive, assieme a tutta la redazione di Sconfinare, ringrazia chi ha fatto sì che questa intervista potesse avere luogo: l’Amministrazione comunale di Fiumicello nella persona del Vice Sindaco e Assessore all’Istruzione e alle Politiche Giovanili Alessandro Dijust, per l’adesione ed il sostegno concreto forniti sin dal primo momento, e la Coordinatrice del Governo dei Giovani, Federica Cabas, per la cortesia e l’amicizia con cui ha accolto l’iniziativa e l’ha preparata. Un ulteriore ringraziamento alla Compagnia Filodrammatica Amîs Furlans di Fiumicello per il supporto strumentale alle riprese, e a Davide Zanfabro, che le ha realizzate e montate. Si ricorda che tutte le immagini sono soggette a copyright e che sono vietati ogni riproduzione e utilizzo.

#Scortamediatica: intervista al Governo dei Giovani di Fiumicello

Secondo appuntamento con la nostra #ScortaMediatica per il caso di Giulio Regeni: siamo andati a intervistare il Governo dei Giovani di Fiumicello, il consiglio comunale composto dai ragazzi e di cui lo stesso Regeni ha fatto parte. Interviste di Francesco Paro, riprese e montaggio di DavideZanfabro Photography. Leggi qui l'articolo: https://goo.gl/Spdv83.

Pubblicato da Sconfinare su Giovedì 14 dicembre 2017

Che cos’è il Governo dei Giovani a Fiumicello?

Alice, Sindaco: “Il Governo dei Giovani è un progetto di cittadinanza attiva e di partecipazione democratica. Noi ragazzi, infatti, partecipiamo attivamente alla vita del paese. Siamo stati tutti eletti tramite elezioni. Però, più semplicemente, siamo un gruppo di giovani che si ritrova due volte alla settimana e parla di progetti ed attività che si potrebbero attuare. Il Governo dei Giovani è una grandissima opportunità e un’occasione che poi torna molto nella nostra vita quotidiana nel modo di esprimerci e che ci proietta nel mondo della politica”.

Fabio, consigliere: “Secondo me, il Governo dei Giovani è una grande opportunità per fare nuove conoscenze, per imparare cosa faremo quando saremo grandi e capire come si svolge la vita all’interno del Comune dei ‘grandi’”.

Gloria, consigliante: “Il Governo dei Giovani è composto da un Sindaco, da cinque assessori, undici consiglieri e da consiglianti. I consiglianti sono delle persone che non sono state elette ma che partecipano comunque alle attività che facciamo. Sono presenti anche tre Rappresentanti di Villa Vicentina, un Comune vicino a Fiumicello”.

Quali sono le vostre attività? Quali sono le istituzioni di cui avete bisogno e con cui collaborate affinché le vostre attività si possano realizzare?

Ines, vice Sindaco e assessore: “Nelle nostre attività ci aiutano i nostri genitori, le nostre famiglie, il Comune, la nostra Coordinatrice Federica, le scuole e alcune associazioni del paese”.

Sofia, consigliere: “Noi organizziamo molte attività come i tornei sportivi e i mercatini di solidarietà. Organizziamo ogni anno anche una settimana dei diritti”.

Christian, consigliere: “Noi collaboriamo con il Comune e con associazioni come l’Unicef, Un caldo sorriso e l’Auser”.

Chi era Giulio Regeni? Abbiamo spesso sentito parlare di lui nella sua carriera accademica e come ricercatore. Ma quando aveva la vostra età ed era qui a Fiumicello e frequentava queste scuole e questi spazi, com’era?

Fabio, consigliere: “Noi abbiamo sentito spesso parlare di Giulio. Soprattutto per le cose che ha fatto e che voleva fare per migliorare il mondo. Ha partecipato al corso di teatro con la Professoressa Vanni alle Scuole Medie”.

Alice, Sindaco: “Ad oggi, possiamo ritrarlo come un ragazzo impegnato civilmente, impegnato nella scuola con il teatro e nella famiglia. Un ragazzo pieno di cultura”.

Fiaccolata in ricordo di Regeni (Credits: Wikipedia)

Per mantenere viva la memoria di Giulio, a quali iniziative avete partecipato o avete organizzato? 

Silvia, consigliere: “Per Giulio abbiamo fatto una fiaccolata e una pedalata. Abbiamo partecipato alle marce per la pace ad Assisi, a Udine e a Roma, quest’ultima con la scuola. Siamo stati anche ad una manifestazione di Radio3 a Forlì. È stata organizzata la riunione, dedicata a lui, di tutti i Consigli Comunali dei ragazzi del Friuli Venezia Giulia proprio qui nella pista di pattinaggio di Fiumicello”.

Erik, assessore: “Abbiamo organizzato vari mercatini di solidarietà, iniziative e progetti a Cervignano del Friuli, a Ronchi dei Legionari”.

Com’è la vostra quotidianità di sindaco, assessore, consigliere del GdG dopo la scomparsa di Giulio? Sentite su di voi una responsabilità nel tramandare i suoi ideali?

Alice, Sindaco: “Credo sia corretto dire che sentiamo una responsabilità. Ormai, noi, a Fiumicello, siamo un punto di riferimento, partendo anche dal fatto che Giulio Regeni abbia fatto parte del Governo dei Giovani. Quando dobbiamo parlare di Giulio, è ovvio che non si può non parlare del GdG. Sì, sentiamo proprio una responsabilità”.

Ines, Vicesindaco e assessore: “Noi, durante le nostre attività, cerchiamo sempre di ricordare che Giulio è stato cittadino del mondo vogliamo far capire anche agli altri che dobbiamo portare il suo ricordo e la sua memoria”.

Nel 2007, in occasione del Decennale del GdG, i ragazzi in carica all’epoca hanno fatto un’intervista a Giulio in quanto ex Sindaco, che è diventata un simbolo. Ce ne volete parlare?

Ines, vicesindaco e assessore: “I ragazzi del GdG hanno fatto nel 2007 un’intervista a tutti gli ex Sindaci tra cui Giulio che è stato Sindaco dal 2001 al 2003. A noi è rimasta impressa la risposta che ha dato Giulio alla domanda: che cos’è per te la libertà? E lui ha risposto: ‘La libertà è la possibilità di esprimere te stesso a livello intellettuale all’interno di un sistema sociale capace di supportarti nelle tue scelte’”.

“Truth for Giulio” – Il deputato inglese Daniel Zeichner di Cambridge (secondo da destra) durante una manifestazione in ricordo di Regeni e delle centinaia di egiziani rapiti e torturati ogni anno (Credits: Alisdare Hickson/ Flickr)

Nel vostro futuro, che cosa rimarrà dell’esperienza nel Governo dei Giovani? Che tipo di cittadini sarete domani?

Cristina, consigliere: “Quello che mi rimarrà dell’esperienza del Governo dei Giovani sarà più di tutto la marcia dei diritti perché mi è piaciuto molto camminare e portare la bandiera, parlare e sentire le parole di Giulio, di Malala e di Iqbal. Nel futuro vorrei rispettare l’ambiente e la cultura”.

Giulio, consigliere: “Secondo me, grazie al Governo dei Giovani potremo imparare a rispettare meglio l’ambiente e ad essere più interessati a ciò che succede nel resto del mondo”.

Gabriele, consigliere: “Mi è piaciuto molto partecipare ai tornei da noi organizzati. Da grande, vorrei rispettare l’ambiente e le persone che lo vivono”.

Alessio, assessore: “Nel futuro, mi rimarranno molte esperienze del Governo dei Giovani come la marcia dei diritti, le fiaccolate e le marce che abbiamo fatto nei vari paesi. Da grande vorrei essere una persona onesta e rispettare l’ambiente che mi circonda”.

Una domanda finale al Vice Sindaco e Assessore all’Istruzione e alle Politiche Giovanili di Fiumicello, Alessandro Dijust: quanto è importante per la vostra Amministrazione il Governo dei Giovani e come viene supportato nelle sue attività?

“Sicuramente è molto importante. Ma non basta dire questo. È l’esperienza riguardante le politiche giovanili più solida che c’è sul territorio. Non a caso quest’anno ha raggiunto il ventesimo anno di attività. Questo progetto di cittadinanza attiva giovanile si è sviluppato per quattro mandati dell’Amministrazione comunale degli ‘adulti’ ed è un fattore importante di crescita della nostra comunità”.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: