Sconfinando – Vivere Londra come un vero Londoner

di Giulia Moras

Tra le capitali europee, Londra sale sicuramente sul podio delle mete più gettonate dai turisti: ammettiamolo, chi non è riuscito a resistere alla tentazione di citare London calling dei Clash almeno una volta nelle foto postate sui social dopo un soggiorno nella city? Di Londra ormai conosciamo tutti i luoghi simbolo come il Big Ben, il British Museum, Piccadilly Circus, Oxford Street e The Shard. Ci sono però anche moltissime altre cose da vedere e da fare, le cosiddette hidden gems come le chiamano in UK, vale a dire luoghi sconosciuti alla maggioranza di turisti e che le guide spesso non riportano.

Ho avuto l’opportunità di girare la città in lungo e in largo e questa è la mia lista personale di destinazioni e tips per conoscere un nuovo volto della città, evitando così di essere scambiati per il classico turista del weekend.

  • God’s Own Junkyard

Galleria d’arte definita “neon wonderland ”, nell’area di Walthamstow, a nord est di Londra. Ricavata in un capannone industriale, rappresenta la più grande collezione di luci e scritte neon in Europa. Un posto bizzarro e particolare che, nonostante non si trovi in uno dei quartieri centrali della città, vale la pena visitare per spezzare la monotonia del classico tour turistico.

Credits: Giulia Moras

 

  • Frank’s cafe

Rooftop bar situato al 10° piano di un parcheggio multilivello nel quartiere multietnico di Peckham, offre una vista spettacolare dell’intero skyline londinese, particolarmente suggestivo al tramonto. Aperto durante il periodo estivo, è la meta prediletta dei londoners, non solo per il panorama e per i drinks relativamente economici – per il prezzario medio londinese – ma anche per le scale e gli interni completamente pitturati di rosa pastello, celebrati dalla community come “Instagram opportunity of the summer 2016″.  È il Mix perfetto per chi cerca una valida alternativa al classico pub.

Tips : Da segnalare nelle vicinanze anche il Bussey Building, cuore del processo di rivitalizzazione e gentrificazione del sud-est di Londra. Durante tutto l’anno offre la possibilità di vivere una esperienza di cinema all’aperto unica nel suo genere. Info Rooftop Film Club.

  • Little Venice

Anche Londra ha la sua piccola Venezia. Situato nel quartiere di Paddington, il canale scorre in mezzo ai palazzi e alle barche ormeggiate, ciascuna decorata in modo diverso, molte delle quali usate proprio come abitazione. Zona tranquilla e rilassante dover poter passeggiare lontano dal caos urbano e raggiungere Regent’s Park e Camden Town.

  • Primrose Hill

Londra ha tantissimi parchi e angoli di natura che per un attimo ci fanno dimenticare di essere in una delle più grandi metropoli del mondo. Uno di questi, forse meno conosciuto e contaminato dai turisti rispetto ai più famosi Hyde Park e St James’s Park, è Primrose Hill. Si sviluppa su una collinetta ed è una location popolare tra i londoners per picnic, aperitivi all’aperto o semplici momenti di relax per godersi il raro sole inglese.

Bring your own booze e godetevi una delle più iconiche viste della città.

Credits: Giulia Moras

 

  • Cereal Killer Cafè

Un locale che serve solamente tazze di latte e cereali provenienti da tutto il mondo a colazione, pranzo e cena? Si, esiste e si trova a Londra nel quartiere trendy e hipster di Shoreditch. Ma il menù non è l’unico pezzo forte: interni totalmente in stile anni ’90, videogiochi, cartoni animati e letti al posto dei tavoli.

 

  • Maltby Street Market

A Londra si ha sicuramente l’imbarazzo della scelta riguardo i mercati, di cibo e non. Il più grande e il più frequentato è il Borough Market, un must assoluto per gli amanti del buon cibo. Per trovare un’alternativa più originale non c’è bisogno di andare molto lontano: nato in una location insolita, sotto ad un tratto dei  binari della ferrovia, il Maltby Street Market è soprattuto frequentato dai locals il sabato mattina. E’ molto più piccolo rispetto al Borough, ma presenta una combinazione interessante di bancarelle, street food e pop- up bars.

About Redazione 460 Articles
Sconfinare è il periodico creato dagli Studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche dell'Università degli Studi di Trieste - Polo di Gorizia. La firma "Redazione" indica comunicati, notizie e pubblicazioni speciali curate da un amministratore o da più autori.

Be the first to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: